NAPOLI, DA DOMANI CHAGALL IN MOSTRA A PIETRASANTA

627

Nella Basilica della Pietrasanta, 150 tra dipinti, disegni, acquerelli e incisioni dell’artista russo Chagall

Chagall a Napoli con un’esposizione ricca di 150 dipinti, disegni e acquerelli. La mostra che durerà fino al 30 giugno, racconta il mondo intriso di stupore e meraviglia dell’artista russo, attraverso cinque sezioni in cui sono raccolti tutti i temi a lui cari. Sarà la Basilica della Pietrasanta – Lapis Museum a Napoli a ospitare da domani e fino al 30 giugno una mostra dedicata al grande artista russo Marc Chagall (1887-1985). Vita e opere del pittore, soprattutto quelle legate alla amata moglie Bella, vengono alla luce attraverso 150 tra dipinti, disegni, acquerelli e incisioni.
Un nucleo straordinario proveniente da collezioni private e quindi di difficile accesso per il grande pubblico. Curata da Dolores Dura’n Ucar, la mostra racconta il mondo intriso di stupore e meraviglia dell’artista. Nelle opere coesistono ricordi d’infanzia, fiabe, poesia, religione e guerra, in un immaginario onirico in cui è difficile discernere il confine tra realtà e sogno. L’esposizione ha cinque sezioni in cui sono riassunti tutti i temi cari a Chagall: Infanzia e tradizione russa; Sogni e fiabe; Il mondo sacro, la Bibbia; Un pittore con le ali da poeta; L’amore sfida la forza di gravità. Chagall nei suoi lavori si ispirava alla vita popolare della Russia europea e ritrasse numerosi episodi biblici che rispecchiano la sua cultura ebraica. Negli anni sessanta e settanta, si occupò di progetti su larga scala che coinvolgevano aree pubbliche e importanti edifici religiosi e civili. Le opere di Chagall si inseriscono in diverse categorie dell’arte contemporanea: prese parte ai movimenti parigini che precedettero la prima guerra mondiale e venne coinvolto nelle avanguardie. Tuttavia, rimase sempre ai margini di questi movimenti, compresi il cubismo e il fauvismo. Fu molto vicino alla Scuola di Parigi e ai suoi esponenti, come Amedeo Modigliani.




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *