Breaking News

NAPOLI DA OGGI HA IL SUO BITCOIN

La criptovaluta adottata a Napoli in 40 negozi, conversione euro immediata, nessuna commissione.

Il bitcoin approda anche a Napoli, stamattina a Castel dell’Ovo saranno presentate le aziende che hanno aderito all’iniziativa. I primi negozi sono L’Antica Pasticceria Carraturo di Porta Capuana, l’Hotel Lifestyle, la Girandola e alla Befana i napoletani potranno già fare acquisti.
Il primo passo verso la criptovaluta tutta napoletana e dell’area metropolitana che dovrebbe essere attiva in estate probabilmente in concomitanza con l’inizio delle Universiadi.
Il Bitcoin è un sistema di pagamento mondiale presentato su Internet a fine 2008.

Gli esperti di finanza non classificano il Bitcoin come una moneta, ma come un mezzo di scambio altamente volatile. A differenza della maggior parte delle valute tradizionali, Bitcoin non fa uso di un ente centrale né di meccanismi finanziari sofisticati. Il valore è determinato unicamente da domanda e offerta: esso utilizza un database distribuito tra i nodi della Rete che tengono traccia delle transazioni, ma sfrutta la crittografia per gestire gli aspetti funzionali come la generazione di nuova moneta e l’attribuzione della proprietà dei Bitcoin. Si può dunque comprare e vendere in Bitcoin. La rete Bitcoin consente infatti il possesso e il trasferimento anonimo delle monete. I dati necessari per utilizzare i propri Bitcoin possono essere salvati su uno o più personal computer o dispositivi elettronici quali smartphone, sotto forma di portafoglio digitale, o mantenuti presso terze parti che svolgono funzioni simili a una banca. Così Felice Balsamo, delegato dal Comune di Napoli  ad occuparsi dell’organizzazione: “Il 15 dicembre presenteremo come funzionerà la criptovaluta e soprattutto i “pos” abilitati. La conversione in euro sarà immediata. Il commerciante non paga alcun costo di installazione e formazione”.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply