Breaking News

Napoli: danneggiano ospedale covid per far curare parente ferito, due arresti

I due avevano portato un parente 50enne, ferito da colpi d'arma da fuoco, elemento di spicco del clan Gionta, e pretendevano fosse curato nel centro Covid. 

I Carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Torre Annunziata nei confronti di un 41enne e di un 39enne gravemente indiziati dei danneggiamenti al pronto soccorso dell’ospedale Covid di Boscoreale (Na) e delle minacce subite dal personale sanitario lo scorso 6 maggio.

L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, ha consentito di accertare che i due soggetti, rispettivamente fratellastro e nipote, avevano condotto il 50enne con le proprie macchine all’Ospedale Covid di Boscotrecase, ed incuranti della temporanea destinazione esclusiva del nosocomio alla cura della malattia infettiva, avevano minacciato il personale sanitario e danneggiato i locali del pronto soccorso pretendendo le immediate cure per il loro familiare. L’esame delle immagini di videosorveglianza ha permesso la ricostruzione dei fatti: forzatura della transenna della rampa d’accesso e della porta scorrevole del Pronto Soccorso nonché danneggiamento dei locali e strategia intimidatoria per costringere i sanitari all’ immediato soccorso. Non può inoltre sottacersi, in un periodo di piena emergenza epidemiologica, la gravità di un comportamento che ha interrotto e limitato le capacità operative di un presidio pubblico funzionalmente deputato alla gestione dei casi Covid.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply