NAPOLI-GENOA, 90 MINUTI AD ALTA TENSIONE TRA GIOCATORI, ALLENATORE E TIFOSI

97

Non c’è alcun dubbio, il San Paolo si appresta a vivere Novanta Minuti ad Alta Tensione tra giocatori, panchina e spalti. Uno Psicodramma figlio della Scelta Scellerata di ADL, quella di rompere il Giocattolo costruito da Maurizio Sarri con certosina pazienza, maniacale precisione e indubbia competenza.

Napoli-Genoa in programma questa sera al San Paolo va ben al di là dell’importanza del risultato. E’ una Partita da evitare anche per i più irriducibili e incalliti scommettitori, è una partita da tripla. E l’impressione è che a dettare il risultato non saranno i valori individuali dei contendenti ma il retroterra psicologico. E viene da chiedersi quale sarà la vera posta in palio per quei giocatori oggi sotto accusa. La voglia di far bene cederà il passo a rancori, rivalse, dispetti? L’interrogativo accompagnerà i Tifosi diretti verso lo stadio o verso le poltrone dei salotti di casa con vista su Megaschermo Tv.

Parlare di formazione e di disposizione tattica – visti i chiari di luna – è del tutto fuori luogo. Questa sera i Nervi giocheranno la parte del leone.

Sullo sfondo i dubbi sulla compatibilità tra i giocatori e i Sistemi di Allenamento dell’Azienda di Famiglia Ancelotti & Figlio;

sullo sfondo gli interrogativi sulla tenuta della compattezza tra la Vecchia Guardia Sarriana e i Nuovi Arruolati Ancelottiani;

sullo sfondo la rabbia di alcuni Anziani verso le sguaiataggini verbali del Padrone ADL;

sullo sfondo il sospetto che – se è vero che la vendetta è un piatto che va servito freddo – i Vecchi Idoli degli Spalti avviati sull’uscio dal Padrone potrebbero lavorare alla esclusione del Napoli dalla Qualificazione Champions. Uno sfizio che costerebbe carissimo all’Indelicato Capo;

sullo sfondo la verifica delle sopravvivenza del feeling tra Squadra e Spalti dopo le sguaiataggini di quel centinaio di invasati di probabile emanazione malavistosa che due giorni fa seguì l’unico allenamento a porte aperte della stagione. Mai coincidenza fu più funzionale alla Società;

sullo sfondo l’annunciata guerra tra Presidente e Giocatori a base di carta bollata. ADL vuole multare gli Ammutinati che rifiutarono di andare in ritiro, i Discoli Disobbedienti – nelle vesti di lavoratori dipendenti lautamente pagati – potrebbero invocare il Diritto del Lavoro e accusare il Signor Padrone di mobbing. Le battaglie legali sono nell’aria…

Più bombe – insomma – sarebbero disseminate attorno ai 90 minuti di questa sera.

Cattivi pensieri che potrebbero tuttavia essere smentiti dal campo se le ottimistiche Diagnosi di alcuni Media cartacei, satellitari e digitali troveranno riscontro in ciò che accadrà durante i 90 minuti di gioco.

Ps. Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

 

 




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *