Breaking News

NAPOLI KO. CORI CONTRO KALIDOU, MAZZOLENI LO ESPELLE

Il Napoli capitola contro un Inter attenta e subisce per tutto il match i vergognosi cori razzisti contro Kalidou Koulibaly. I nerazzurri portano a casa i tre punti andando in gol al 91esimo dopo una gara equilibrata. Finale incandescente con l’espulsione di Koulibaly e Insigne. Gli azzurri perdono così l’occasione di accorciare sulla Juventus che vola a +9 mentre l’Inter accorcia portandosi a -5 punti dalla squadra di Ancelotti. La prima vera occasione, dopo la traversa spettacolare di Icardi, è del Napoli: al 16′ Insigne impegna Handanovic con un sinistro a giro che gli rimbalza davanti. Al 24′ Ancelotti perde Hamsik per un infortunio muscolare e inserisce Maksimovic, con Callejon che torna in posizione avanzata. Al 31′ Perisic fa esultare i 60 mila tifosi a San Siro, ma l’arbitro annulla giustamente per fuorigioco.

Partita equilibrata ma l’Inter trova il colpo e affonda il Napoli al 91° con Lautaro Martinez

L’Inter gioca bene e pressa alto, però non trova gli spazi giusti per mettere paura a Meret. Nella ripresa la gara è sempre molto tattica ed equilibrata, ma ancora più bloccata rispetto alla prima frazione di gioco. Ora però è il Napoli a fare la partita. Le occasioni da gol comunque non arrivano. Al 66′ un diagonale velenoso di Callejon viene respinto da un’ottima parata di Handanovic. Al 70′ Ancelotti inserisce Mertens per Milik. Doveva uscire Insigne, ma all’ultimo momento il tecnico del Napoli ci ha ripensato. Spalletti risponde con Keita al posto di Perisic. Nel finale il Napoli aumenta l’intensità e l’Inter pensa soprattutto a difendersi. Anche il secondo tempo sembra essere equilubrato. La squadra di Ancelotti è padrona del campo, all’80’ però Koulibaly viene espulso per aver applaudito l’arbitro dopo l’amminizione. Gesto polemico contro un Mazzoleni che nulla ha fatto per arginare i vergognosi cori razzisti durati tutto il match. Spalletti prova a far sua la partita inserendo Lautaro Martinez al posto di Joao Mario.

L’assenza del difensore senegalese si nota un minuto dopo, quando su calcio d’angolo Icardi svetta più in alto di tutti e costringe Meret a una grande parata. All’89’ è il Napoli in inferiorità numerica ad avere la più grande chance dal match, con due interventi clamorosi di Handanovic su Insigne e di Asamoah che salva sulla linea la botta di Zielinski a colpo sicuro. In pieno recupero Lautaro Martinez affonda il colpo del ko con un sinistro al volo perfetto dopo un bel velo di Vecino. Finale incandescente, con Mazzoleni che espelle anche Insigne che perde la testa contro Keita dopo un battibecco tra i due. Il Napoli finisce la gara in 9. Occasione persa.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply