Breaking News

Napoli-Parma, Koulibaly: “Sarà una partita difficile, servirà mentalità e cattiveria”

Parma, Genoa, Juve: il tris delle verità. Un filotto di vittorie e partite convincenti per allentare la tensione su Rino Gattuso e la squadra, oppure il detonatore della crisi, del possibile allontanamento del tecnico azzurro, in aperta rottura con Aurelio De Laurentiis, a sua volta furioso con Cristiano Giuntoli per la poca resa dei pezzi di mercato arrivati nelle ultime stagioni e per il trend altalenante della squadra. Ma la testa è al Parma, la prima di un girone di ritorno che potrebbe regalare un posto in Champions al Napoli, obiettivo ancora alla portata, ma c’è da correre, perché il Milan corre, la Juve pure, le altre prendono la rincorsa. E Gattuso dovrà di nuovo fare i conti con le punte ammaccate, da Mertens out per il ritorno del fastidio alla caviglia e Osimhen in panca, con la necessità di mettere minuti nelle gambe dopo l’infortunio alla spalla e il Covid1-9 a lasciare il segno su corpo e mente
Nel corso di Radio Goal su Kiss Kiss Napoli è intervenuto il difensore del Napoli, Kalidou Koulibaly, che ha analizzato il momento del Napoli ed anche quello di Gattuso: “Siamo in un momento un po’ strano, sembra che siamo in difficoltà ma dobbiamo pensare al campo e dare di più perché sappiamo che siamo forti. Dispiace perdere, abbiamo qualità, quando perdiamo così dispiace a tutti, ma in particolare a noi. Dobbiamo alzare la testa come giovedì, migliorare, limare i difetti nel girone d’andata per avvicinarci alle prime in classifica”.
È la rosa più forte in cui hai giocato?
“Sì, una delle più forti, anche in panchina abbiamo giocatori di livello che quando entrano fanno la differenza. Abbiamo qualità, questo ci può dare di più e dobbiamo esserne consapevoli. Dando un po’ di più possiamo stare con le prime, dobbiamo crederci, serve più entusiasmo”.
Come ti è venuto quel gol di tacco?
“Non ci ho pensato, la palla arrivava veloce ed in quel momento l’istinto mi ha detto di fare quel gesto. La cosa più importante era vincere, a tutti i costi per andare in semifinale. Poi è chiaro che col gol è più bello”.
Fai sempre gol non banali.
“Faccio bei gol, ma la cosa più importante è vincere, per tutti, per avere un’atmosfera bella perché voglio rivedere quella gioia di tutta la squadra”.
Che partita sarà col Parma?
“Sarà difficile, come sempre, sono in difficoltà e daranno tutto per fare punti, ma noi ne abbiamo bisogno di più e faremo di tutto. Servirà mentalità e cattiveria, loro verranno qui per metterci in grande difficoltà”.
Gattuso come vive questo momento?
“Penso bene, il mister ci aiuta, ci spinge, lui pensa solo alla squadra e questo è la nostra forza per dare il 100%. E’ un momento in cui vuole vedere i risultati di un anno di lavoro e noi dobbiamo dimostrare che diamo tutto per lui, dobbiamo dimostrarlo ancora di più per lottare con i primi”.
Si parla tanto di moduli, ci sono differenze tra 4-2-3-1 e 4-3-3?
“Cambiano delle cose, è vero, ma la cosa importante è sapere ciò che dobbiamo fare. Dobbiamo stare attenti, non subire gol come prima, conta quello, dovremo essere di nuovo una delle migliori difese perchè sappiamo che poi davanti si crea molto. Dipende molto da noi difensori”.
Strano che con la seconda difesa ci sono 6 sconfitte.
“Lo sappiamo, dobbiamo gestire meglio le partite, quando non si può vincere c’è il pareggio, deve esserci la mentalità di fare sempre punti. Ma puntiamo ad essere la migliore difesa, serve più concentrazione, il resto verrà dopo. Bisogna leggere meglio le partite, alcune sconfitte sono state immeritate”.
Cosa pensi quando guardi la classifica?
“Io guardo chi c’è davanti, per metterle dietro. Possiamo raggiungerli, il girone di ritorno inizia domani e non possiamo più sbagliare. Faremo di tutto per raggiungerle”.
Un bene giocare ogni 3 giorni?
“A me piace giocare, è difficile a livello fisico, ma mi piace e quindi va bene così. A febbraio ci giochiamo tutto, dovremo essere pronti da domani. Dobbiamo prepararle bene, vincendo domani prenderemmo slancio”.
Loading Facebook Comments ...

leave a reply