Breaking News

Napoli: Vineapolis si rifà il look, riapre il prestigioso winebar nel cuore di Bagnoli

In città, ogni quartiere ha i suoi punti di ritrovo principali dove gli amanti dell’happy hour si riuniscono. Sotto la collina di Posillipo affacciata sul Golfo di Pozzuoli, nel quartiere di Bagnoli, spicca l’amatissimo winebar Vineapolis, un luogo di aggregazione per tutta la zona flegrea. Nata inizialmente come enoteca, Vineapolis vanta una storia di oltre cent’anni. Nel 1997, grazie all’intervento del maestro enofilo Salvatore Esposito, nonché titolare, l’enoteca cambia le sue vesti, diventando una delle migliori vinerie della città. Vineapolis risulta essere quindi un ritrovo perfetto per chiunque voglia degustare in compagnia un calice del miglior vino locale ed internazionale, accompagnandolo con prodotti gastronomici di qualità. Dopo un lungo periodo di chiusura dovuto all’emergenza sanitaria, sabato 20 giugno il winebar ha finalmente riaperto le porte al pubblico, in totale rispetto delle vigenti norme di sicurezza. E, grazie a degli interventi di manutenzione e di rinnovo delle sale della cucina, la struttura ha inoltre allargato la sua offerta aggiungendo una proposta food.

La particolarità della location risiede non solo nell’atmosfera che l’avvolge, ma anche nella sua capacità di soddisfare qualunque palato: Vineapolis vanta di un’ampia selezione di vini (oltre 200 etichette), distillati, 13 diverse tipologie di birre alla spina e ancora, whisky, rum e grappe. Particolare attenzione è rivolta alla produzione autoctona, e alle tipicità della tradizione meridionale, alle quali è possibile associare simpatiche e varie stuzzicherie, bruschette, rustici o taglieri con salumi e formaggi, offerte in una formula free buffet. Al suo interno si distinguono sale completamente avvolte da tufo giallo, (specifica roccia prodotta dall’attività vulcanica dei Campi Flegrei) caratteristica, questa, che contribuisce a rendere Vineapolis una location particolarmente speciale ed unica.

Da “In vino musicas” al “Bagnoli Jazz Festival”

Le sorprese di questa splendida struttura, sempre in fermento ed in crescita, non finiscono qui: il gusto incontra l’arte e la musica. Durante l’anno, nell’accogliente sala interna, si susseguono numerosi eventi della rassegna musicale intitolata “In vino musicas”, a cura del direttore artistico Daniele La Torre. Una serie di appuntamenti in cui è possibile ascoltare ottima musica live, di artisti napoletani e non. Dal Jazz al Blues, dal Rock al Folk, una grande varietà di generi caratterizza questo amatissimo contenitore di cultura. L’obiettivo, infatti, è proprio quello di far crescere sempre di più l’interesse delle persone, rendendo il locale un posto sempre più moderno e versatile.

Alle serate by Vineapolis si aggiunge il progetto ideato da Max Puglia – noto musicista bagnolese – e Salvatore Esposito: il Bagnoli Jazz Festival. Sono già sei le edizioni del Festival che ha luogo nello spazio antistante la pregiata enoteca (main sponsor) a ridosso dei giardinetti di Viale Campi Flegrei. La scorsa edizione ha regalato al quartiere di Bagnoli tre serate gratuite di spettacoli musicali, accogliendo sul palco oltre 50 artisti, tra cui giovani jazzisti ancora allievi. Il Bagnoli Jazz Festival quest’anno è stato rimandato a causa dell’epidemia da Coronavirus: le misure di sicurezza hanno infatti bloccato ogni settore produttivo e anche l’industria dello spettacolo. Gli organizzatori sperano quindi di poter presto annunciare le nuove date del Festival che da sempre rappresenta un’occasione per incontrarsi ed ascoltare buona musica.

 

Loading Facebook Comments ...

leave a reply