Breaking News

NATALE A NAPOLI, CONCERTI, MOSTRE E TRADIZIONE

Presentato il programma del Natale a Napoli, de Magistris, offerta culturale di qualità e di quantità.

Bellezza e creatività sono il leit motiv del fitto programma di appuntamenti del Natale a Napoli che si intitola “Fatti belli, nati nella creativita“‘. Concerti, mostre, spettacoli, installazioni luminose accompagneranno napoletani e turisti da oggi e fino al 6 gennaio 2019. ”C’e’ un’offerta culturale di qualità e di quantità – ha detto il sindaco Luigi de MagistrisLe iniziative toccano tutta la città, c’è un proliferare di offerta culturale ovunque e pertanto ci sono tutti i presupposti perchè sia un grande Natale in termini culturali, artistici e turistici, con un’economia forte e lavoro. Da parte nostra ci dobbiamo attrezzare a garantire al meglio i servizi”. Di qui l’appello del primo cittadino affinchè ”tutti contribuiscano a che tutto si possa svolgere nel miglior modo possibile”.

A dirigere l’articolato programma musicale cittadino è Enzo Avitabile con “Sacro Sud. Anime Salve” che – ha spiegato l’artista – ”è un incontro unico che parla di musica, di sacralità’, una “devotio populi” che nel silenzio grida la sua aspirazione alla luce”. Il festival, a ingresso gratuito e organizzato da Black Tarantella, si compone di 10 concerti in 7 chiese cittadina dal centro storico alle periferie. Ad aprire la kermesse musicale sarà oggi Savina Yannatou & Primavera en Salonico che si esibirà nella chiesa di Santa Maria Donnaregina Vecchia. Poi sarà la volta, tra gli altri, dei canti gospel di Tony Washington Singer, di Vinicio Capossela con “Leiturghia d’inverno”, dei violoncellisti Giovanni Sollima e Ernst Reijseger per arrivare al 6 gennaio con la chiusura con Enzo Avitabile che nella chiesa di Santa Maria di Costantinopoli presenterà una nuova versione del progetto “Sacro Sud”.

Natale è’ anche installazioni luminose come quelle di Annalaura di Luggo che illumineranno alcuni spazi di Napoli. Tante le mostre presenti in città come Il Futurismo al Maschio Angioino, I De Filippo a Castel dell’Ovo, Escher al PAN. Tante le iniziative al rione Sanità dove domani si terra’ la Notte Bianca, mentre il 22 e il 23 si terrà il Gran Concerto di Natale con il tenore Francesco Malapena e il 2 e 3 gennaio andrà in scena La Cantata dei Pastori.

E proprio i pastori non possono mancare nel Natale made in Naples tra una passeggiata tra le botteghe di San Gregorio Armeno e una visita alla mostra “Te piace ‘o presepio” al Complesso di San Domenico Maggiore che espone oltre 200 pastori del ‘700 rinvenuti dal Nucleo Tutela del patrimonio dei carabinieri di Napoli. E con l’anno nuovo per gli amanti del teatro il Comune ripristina il servizio naPoLIbus che, gratuitamente, porta gli spettatori nei teatri dell’area Nord, della zona orientale e fino alla Sanità. La campagna di comunicazione del Natale a Napoli 2018 è stata curata dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti i cui lavori, dal 13 dicembre, saranno esposti nel Complesso di San Domenico Maggiore. 

Loading Facebook Comments ...

leave a reply