NE’ ARBITRI NE’ VAR, IL NAPOLI RIESCE FARSI MALE DA SOLO. BASTA PIAGNISTEI!

78

Settimo posto in classifica in splendida solitudine e fiatone sul collo della Fiorentina che insegue a due punti. I numeri fotografano il fallimento del Napoli Ancelottiano. E ciò senza se e senza ma, senza Arbitri che sbagliano, senza Var e senza presunti Complotti.

Di fronte al Quadro impietoso – per favore – basta con i piagnistei sugli arbitri, sul Var, sulla Juve Ladrona, sulla presunta volontà dei Signori del calcio nel ridurre ad affare privato tra Bianconeri e Nerazzurri la Contesa-Scudetto di quest’anno.

Basta con questi piagnistei da negletti Tifosi provinciali!

Basta, basta, bastaaa!!!

Le recriminazioni possono trovare diritto di cittadinanza di fronte alle Oscenità degli Uomini o del Fato ma non di fronte alla insipienza della Squadra del Cuore sotto rete, a centrocampo e in difesa. Un discorso è insomma recriminare per lo scudetto sottratto al  Napoli nell’ultima stagione di Maurizio Sarri, altro discorso è lamentarsi senza aver prima aperto gli occhi sulle Insufficienze del Team partenopeo. Nel primo caso non una ma mille recriminazioni appaiono legittime, nel secondo caso appaiono soltanto come inutili, infantili e squallidi sfoghi

Detto in altri termini, le recriminazioni non possono avere ragione di essere quando alla manifesta impotenza della Squadra si cercano di opporre i furti – presunti o reali – avallati dal Sistema calcistico.

Detto papale papale questo Napoli si fa male da solo e per ciaccarsi non ha bisogno di Aiutini esterni… Stop dunque alle paturnie da Stadio e da Post-Stadio

Basta piagnistei, dunque. I Tifosi se la prendano col Presidente, con l’Allenatore, con i Giocatori, ma non rompano più le scatole a Quanti in campo riescono a soddisfare le attese delle rispettive Tifoserie.

Intanto – incredibile ma vero – mai come in precedenza i Tifosi del Napoli si sono dimostrati tanto morbosamente interessati nel seguire l risultati dell’Atalanta, del Cagliari e della Lazio in una giornata dal cielo plumbeo. Un interesse spasmodico segno dei tempi, un interesse che ha distolto dagli antichi riti domenicali, un interesse e una speranza vana visti i risultati non favorevoli agli Azzurri.

Tifosi malinconici e infantilmente incazzati per le ragioni già esposte.

Tifosi costretti a prendere atto – sul finire della prima domenica di novembre bagnata da forti scrosci di piaggia e sbattuta da vento impetuoso – che la Squadta del Cuore  è inesorabilmente al settimo posto, lontanissima dal primato lasciato immaginare sotto il Solleone dal Proprio Allenatore, quel Carletto dal prestigioso palmares.

Affanna al settimo posto questo sgangherato Napoli Ancelottiano, lontanissimo anche dalla qualificazione Champions per la prossima Stagione. Senza dire che – visti i chiari di luna – a questo punto rischia di diventare un miraggio anche l’ammissione alla Europa League…

I Partenopei finiscono tra gli Ignavi del centroclassifica mentre i tifosi di Bergamo, Cagliari e Roma e Lazio sognano ad occhi aperti. Scherzi del dio della Pedata.

All’ombra del Vesuvio il Mondo Pallonaro sembra andare alla rovescia. Ma tant’è.

E domanì al San Paolo arriva il Salisburgo. C’è chi sogna di vedere il Napoli senza più stracci e in abito da sera, così come la Squadra usa presentarsi in queste occasioni. Ma i chiari di luna – come appena detto – sono quelli che sono…

Ps. Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *