Breaking News

NUOVE GRANE PER FACEBOOK, DATI DEGLI UTENTI ESPOSTI SUI SERVER DI AMAZON

Una mole di informazioni esposta sul server Amazon dedicato al cloud computing

Nuova grana per Facebook. Quattro giorni dopo il post con cui il Ceo Mark Zuckerberg ha invitato a una regolamentazione di internet, il social network si ritrova alle prese con violazioni della privacy. Secondo i ricercatori della società di sicurezza UpGuard, una quantità vasta di informazioni degli utenti è stata esposta inavvertitamente sui server di Amazon dedicati al cloud computing. A riferirlo e’ Bloomberg News. Il titolo Facebook sale dello 0,2% a  174,65 dollari. Da inizio anno ha guadagnato il 33% e negli ultimi 12 mesi quasi il 12%. Intanto, Facebook ha bloccato la pagina di Itamar Ben Gvir, candidato del partito ultra-nazionalista di destra Otzma Yehudit, per violazione degli standard del gruppo.

Come ha spiegato lo stesso Ben Gvir, la decisione è stata presa in risposta a un messaggio postato in campagna elettorale dal suo collega Baruch Marzel nel quale assicurava che “1000 terroristi moriranno e non un singolo capello dei nostri soldati sarà toccato”. Itamar Ben Gvir è un avvocato che ha fatto carriera difendendo i coloni israeliani radicali implicati nelle violenze in Cisgiordania. Il suo partito, Otzma Yehudit, è’ finito al centro di aspre polemiche dopo che si è unito ad altre due formazioni estremiste – Focolare ebraico e Unione nazionale – per candidarsi come Unione dei Partiti di Destra al voto. Otzma Yehudit ha le sue radici nel Kach, il movimento razzista di estrema destra fondato negli anni ’70 dal rabbino Meir Kahane e messo al bando vent’anni dopo. I suoi seguaci sognavano di trasformare Israele in una teocrazia ebraica, sostenevano l’espulsione degli arabi e l’annessione forzata di tutti i Territori occupati. Tra le sue fila, c’era quel Baruch Goldstein che nel 1994 aprì il fuoco nella moschea Ibrahimi a Hebron, uccidendo 29 palestinesi. Oggi tra i suoi rappresentanti ci sono, oltre Ben Gvir, Michael Ben Ari, escluso dalle elezioni per le sue posizioni razziste contro gli arabi, e Benzi Gopstein, il leader di un gruppo estremista anti-assimilazione.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply