OPEN ARMS, LA GUARDIA COSTIERA SI DICE PRONTA A COLLABORARE AGLI SBARCHI

88

Nella guerra privata tra l’Autoproclamato Difensore della Patria contro i Terribili Migranti Invasori si inserisce anche la Guardia Costiera. Accade dopo i posizionamenti di sei Paesi Europei che hanno comunicato le rispettive disponibilità ad accogliere in quota-parte le persone a bordo della Nave Ong Open Arms.

La Guardia Costiera – che ha il precipuo compito di soccorre le persone in mare – non fa sconti al Signor Ministro. E per Matteo Salvini, Capo del Viminale, nonché Vicepremier e Capo Religioso della Lega, matura l’ennesima figuraccia in materia.

La Guardia Costiera si è smarcata dal Ministero dell’Interno. Dopo aver ricevuto un nuovo atto stragiudiziale dalla Open Arms con cui si chiede lo sbarco urgente, il Centro di Ricerca e Soccorso di Roma – in una comunicazione inviata al Viminale – ha scritto infatti che “non vi sono impedimenti di sorta per l’attracco senza indugio a Lampedusa” e ha chiesto una risposta urgente.

Per l’Uomo Forte della Lega si mette male, insomma. Tra il fantasma del Russiagate, i mal di pancia dei Suoi e la ritrovata dignità dei Cinquestelle per Salvini si profila un’altra giornata di cazzotti. Ormai è un ammaccato punchball umano e politico. Simile a quelli presenti nei Luna park…

Ps. Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

17/08/2019   h.06.00

 




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *