Breaking News

PONTE DI PASQUA, RECORD DI PRESENZE: OLTRE MEZZO MILIONE DI ARRIVI A CAPODICHINO

Pienone anche sulle isole e in Costiera amalfitana e sorrentina per il ponte di Pasqua

Napoli fa il pieni di turisti in occasione di Pasqua, Pasquetta, il ponte del 25 aprile e del primo maggio. La città è sold out e tiene testa, con le sue presenze, finanche ai numeri totalizzati da Matera. Dunque, alberghi pieni e strade inondate da visitatori — fra cui moltissimi stranieri — che hanno prenotato da tempo per regalarsi un lunghissimo weekend fra musei, siti artistici, scorci caratteristici, archeologia e sapori tipici. Le città antiche di Pompei, Ercolano, Oplonti resteranno aperte oggi e domani proprio come tutti i musei e le gallerie di Napoli. Oltre tre giorni — secondo Federalberghi — il tempo di permanenza medio in città. Un tempo speso dai visitatori su itinerari meno consueti. I turisti hanno la possibilità di godere non solo delle mostre evento dedicate a Canova e a Caravaggio — al Mann e a Capodimonte — e del centro storico ma anche di proposte meno scontate.

Tutti in fila ieri per Escher al Pan, ma anche per scoprire le meraviglie artistiche di San Martino con le impareggiabili terrazze panoramiche. Turisti a spasso anche lungo le vie di Chiaia e a Posillipo, lontano dal «solito» centro storico e da una via Toledo affollatissima dove in tanti hanno preso d’assalto i locali sotterranei della chiesa di San Nicola alla Carità per visitare il «Presepe di Pasqua» che racconta l’intera vita di Gesù e non solo la Natività. Si conferma il successo degli itinerari di «Napoli sotterranea» e delle proposte del City Sightseeing, il bus rosso a due piani che svela dall’alto una serie di scorci della città. Tutti i veicoli della flotta ieri giravano stracolmi di turisti, ma anche di napoletani decisi a scoprire la città da un punto di vista nuovo. Affollate anche le spiagge di Posillipo. Primo giorno di attività della stagione estiva per il Bagno Elena, mentre il Bagno Sirena ha continuato a raccogliere le presenze dei fedelissimi che frequentano il lido con vista su Palazzo Donn’Anna tutto l’anno. Folla su via Caracciolo e via Partenope, con i ristoranti della zona pedonalizzata presi d’assalto da un pubblico di gitanti che ha goduto di una giornata di sole che previsioni poco ottimistiche non davano per scontata. Difficile trovare un posto libero in uno dei ristoranti di Napoli e della zona flegrea: in tanti hanno scelto di organizzare il pranzo di Pasqua fuori casa. Da venerdì scorso a a domenica 5 maggio sono stati circa 570 mila i passeggeri previsti in arrivo e partenza dall’aeroporto internazionale di Napoli.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply