PRESCRIZIONE, STOP AL DECRETO COSTA: ITALIA VIVA VOTA CON L’OPPOSIZIONE

94

Protesta di Costa (FI) perché non è stato permesso il voto a Colucci (gruppo Misto)

Nuovo stop per il ddl firmato Enrico Costa (Forza Italia) che sospende la riforma Bonafede sulla prescrizione. Con 24 voti a favore e 23 voti contrari è stato approvato, in Commissione Giustizia alla Camera, l’emendamento presentato dal M5s che sopprime l’intero provvedimento. Hanno votato per l’emendamento M5s, Pd e Leu mentre Italia Viva ha votato contro l’emendamento soppressivo con le opposizioni. Liti e tensioni tra i partiti dopo il voto.

La presidente Businarolo ha salvato il governo con una interpretazione del regolamento che è un attentato al funzionamento di un organo costituzionale: non ha permesso al deputato Colucci del Misto, in possesso di una delega, di votare”, ha dichiarato Enrico Costa (FI), denunciando quanto successo in commissione alla Camera durante la votazione dell’emendamento soppressivo della sua proposta di legge sulla prescrizione. Costa ha annunciato in Aula che Forza Italia chiederà di essere ricevuta dal presidente della Camera Roberto Fico e “agirà in tutte le sedi per far valere le nostre ragioni e le ragioni del Parlamento”: “Se avesse votato Colucci finiva pari, 24 a 24”. Pd: “Iv mina governo, non tollereremo ancora per molto” Il voto di Iv sulla prescrizione è “l’ennesima provocazione” verso il governo. “Questa guerriglia quotidiana di Renzi è diventata insopportabile perché mina alla base la tenuta del governo. Così è davvero complicato andare avanti. Iv chiarisca subito, perché non è possibile stare insieme all’opposizione e al governo. Non saremo disponibili a tollerare ancora per molto. Renzi si assuma le responsabilità di fronte al Paese se ha deciso di favorire il ritorno di Salvini e della destra”. Così il vicecapogruppo Pd. Michele Bordo.




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *