Breaking News

Renzi torna a ragliare, è tutto grasso che cola per i Media

Il Capo di Italia Viva agita lo spettro della crisi. Conte non se ne cura

Smaltito il Cenone, l’Inaffidabile Capo di Italia Viva torna dunque a Ragliare accompagnato dall’Esperto Coro che intona “A Mattè, che te serve?”.

È tutto grasso che cola per i Media a corto di argomenti…

Attacca il Premier Giuseppe Conte e minaccia di uscire dal Governo, l’Ex Rotttamattore.

Lo faccia.

Esca dal Governo, segua le orme di Matteo Salvini reso ebbro – al tempo della scelta – dai Fasti del Papeete.

Faccia l’Uomo e non il Chiachiello – Matteo Renzi – e ritiri la propria Squadra da Palazzo Chigi. Soltanto in pochi lo rimpiangeranno.

Detto papale papale, i Tempi di Clemente Mastella e dell’Udeur sono lontani. E non è più tollerabile che un Partitino del 2 per cento ricatti il Governo. Non è più sopportabile che alzi la voce l’ennesima Aggregazione Bonsai ispirata a quella parte più becera della Dc di un tempo.

Senza voti reali ed elettoralmente senza appeal, si sta rivelando nocivo per il Paese il Giocattolo costruito lontano dalle urne dall’ex Capo Scout di Rignano sull’Arno per soddisfare la propria smisurata Vanità.

Una maledizione l’Accolita Renziana per questa Italia alle prese con la Pandemia e con le crisi economica ed occupazionale destinata ad aggravarsi nei prossimi mesi.

È vero, il Governo appare in panne, non sempre azzecca le mosse giuste. Ma non può essere l’Inaffidabile Rignanese a correggerne gli errori e a dettarne le coordinate.

Detto ciò, fa bene Conte – nonostante i numerosi lapsus – a non curarsi troppo del Chiacchierone Toscano. Il Premier sa del resto bene che una Legione di Responsabili del Gruppo Misto è pronta ad intervenire in soccorso del Governo. Si tratta di Peones sfusi e a pacchetti, di Mercenari e non certo di Illuminati. Non sono Eroi. Ma di certo fanno parte di quella schiera di  Tacchini decisamene contraria ad anticipare il Cenone di Natale…

In questo scenario di squallido agitarsi di Chiachielli, di Quaquaraquà, di Pagnottisti e di Gente dallo smarrito Senso del Pudore non manca la ciliegina.

Tra gli appunti sotto l’Albero spicca infatti il vomitevole pellegrinaggio di Politici in quella cella di Rebibbia recente dimora del Bancarottiere Denis Verdini.

Lontani i tempi in cui si rendeva omaggio agli Incarcerati per Lotte Sociali, ora – segno della degenerazione morale della Politica – corrono i giorni della Solidarietà verso Quanti – tra Cappucci, Grembiulini e Compassi – hanno creato le rispettive Fortune Economiche in danno della Collettività. Tra i Devoti Pellegrini, quelli che vorrebbero salvare il Paese: Renzi, Salvini e mezza Forza Italia.

Il tutto senza sottacere la beneficenza in posa di Salvini. Slancio di Solidarietà Leghista sotto gli occhi delle telecamere e degli smartphone. Accade quando la “Bontà” si sposa con la Propaganda Politica.

È proprio vero, al peggio non c’è mai fine.

E ho detto tutto, avrebbe chiosato Totò…

Ps. “Sopra le Righe”, è uno spazio in progress che a seconda degli avvenimenti di giornata aggiornerà il commento arricchendolo. “Sopra le Righe” è uno spazio che offre a chi scrive il privilegio di potersi esprimere in prima persona su fatti non necessariamente legati alla quotidianità. Uno spazio eretico in cui le opinioni del sottoscritto talvolta non appariranno coerenti con la linea editoriale di Hashtag24news. Voltaire docet…
Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola gratificata dalla maiuscola. La maiuscola – insomma – funge da sottolineatura. Chiedo venia a Quelli della Crusca,,,

 

 

Loading Facebook Comments ...

leave a reply