REPORT: SALVINI E MELONI MEGAFONI DELL’INTERNAZIONALE SOVRANISTA OSCURANTISTA

127

Report – il Programma di Raitre di Sigfrido Ranucci – batte il ferro ancora caldo. E torna sulle opacità dei rapporti tra la Lega e i Gruppi Sovranisti Ultracristiani di Oltreconfine e sui Meccanismi di Comunicazione e Propaganda di cui si cibano le Destre Oscurantiste Mondiali, dalla Russia agli Usa.

La puntata di ieri assume anche il significato di monito ai frequentatori assidui dei social: mai fidarsi di nomi e sigle posticce, mai fidarsi di profili senza foto, controllare sempre le fonti attraverso siti attendibili, quali ad esempio quelli dei grandi quotidiani, verificare le date… Sono soltanto alcuni degli accorgimenti da non trascurare nel mare magnum delle fake e dei condizionamenti occulti.

In merito Report ha scoperto – ad esempio – che “La Bestia” (Serva e Padrona di Matteo Salvini) ha diffuso perfino fake sulle meredine indirizzate alla fascia di età 13-17 anni allo scopo di generare un sentiment antigovernativo…

Tradotto per il volgo, Report in sostanza avanza il sospetto secondo il quale la Lega di Matteo Salvini e Fratelli d’Italia di Giorgia Melomi siano i megafoni in Italia del peggio dell’Oscurantismo mondiale, lo stesso Oscurantismo che sta avvelenando culturalmente – e non soltanto – il Pianeta.

La seconda puntata dell’Inchiesta del Programma di Raitre mette in luce i meccanismi della “Bestia”, la Macchina Infernale Online che suggerisce ai Due Leader slogan, temi e battute da recitare in pubblico.

Facendo proprio il principio secondo il quale la pubblicità è l’anima del commercio, l’Organizzazione Propagandistica Internazionale con diramazione in Italia è impegnata h.24 nel fornire spunti ad effetto al Capo del Carroccio. Ultimamente ha imposto anche il nuovo maquillage e il nuovo look allo Schiavo-Padrone Salvini. Accorgimenti estetici che gli hanno addolcito i lineamenti del viso affinché apparisse rassicurante e non più con espressione truce agli occhi degli scettici. Niente più capelli rasati che scendono a V sulla fronte alla Star Trek e niente più sguardi da duro ma capigliatura rigogliosa, sorriso perennemente stampato sul viso, espressione serena accompagnata da toni e parole dalle sfumature Zen. Di rigore la camicia bianca e temporaneamente accantonate le felpe.

Inutile dire che, di fronte allo scenario disegnato da Report, l’invito è alla moderazione nel cibarsi delle fandonie della Bestia divulgate attraverso Facebook e Affini. Invito accompagnato dalla esortazione a controllare le fonti, a fidarsi nei limiti del possibile soltanto di chi si conosce e a saper discernere il vero dal falso. L’impresa su quest’ultimo punto – quella di saper discernere il vero dal falso – ovviamente non è tra le più semplici per Quanti non sono dotati dei necessari strumenti culturali e delle necessarie capacità critiche. Non a caso proprio questa fascia di cittadini meno attrezzata culturalmente rappresenta il target su cui punta l’Interrnazionale Sovranista. Illuminante in merito l’Oligarca russo proprietario del fondo Marshall Capital, Konstantin Malofeev. Questo “Filantropo” (così si autodefinì Malofeev di fronte al microfono aperto e alla telecamera accesa di Report) nella scorsa puntata dell’Inchiesta Tv affermò di avere scelto la Lega semplicemente perché aveva “un livello socio-cultturale molto basso”. Un livello così basso da essere penetrabile e condizionabile. Un terreno fertile su cui seminare, insomma. A buon intenditor…

 

Ps. Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

29/10/2019  h.15.30

 

 

 

 




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *