Breaking News

SALERNO OSPITA VAN GOGH: LA MOSTRA IMMERSIVA MULTIMEDIALE

Da sabato 23 novembre 2019 a domenica 23 febbraio 2020 all’interno del complesso monumentale di Santa Sofia

La camera di Vincent ad Arles, La Casa Bianca, La Siesta, Campo di grano con volo di corvi, Campo di grano con cipressi, La Notte Stellata e Notte stellata sul Rodano saranno i sette capolavori in grado di farci scoprire la vita tormentata del pittore olandese, autore di quasi 900 tele e di più di mille disegni, animato da un forte ardore interno. Un viaggio straordinario, dunque, in cui il visitatore è coinvolto a 360 gradi: grazie ad un innovativo sistema di proiezioni 3D mapping in altissima risoluzione, i quadri si animeranno e prenderanno vita proprio sulla superficie delle pareti, delle colonne, dei soffitti e dei pavimenti del complesso monumentale di Santa Sofia in piazza Abate Conforti, per permettere così allo spettatore di perdersi in un turbinio di colori e di interagire con l’opera stessa.

Un percorso emotivo diviso in tre fasi

La mostra, prodotta e organizzata da Alta Classe Project e promossa dalla ProCulTur, con il patrocinio del Comune di Salerno, si articola in un percorso video della durata di oltre un’ora, in cui sarà possibile ammirare i soggetti da diversi punti di vista.  Nella prima parte si iniziano a scoprire le diverse tematiche che presentano i lavori di Van Gogh: il pubblico viene così introdotto alla scoperta del percorso artistico del pittore, spesso caratterizzato dalla pittura compulsiva, fatta di pennellate irregolari, vorticose e sature di colori. Successivamente ci si imbatte nel fascino delle singole opere, illuminate e accompagnate da un’atmosfera musicale, esaltando, in questo modo, ancor di più l’emotività dello spettatore. Prende il via l’esperienza “immersiva” vera e propria, con la sua vena artistica più personale e, proprio nell’ultima parte, giunge invece un’atmosfera più cupa, che riflette il mondo visto dagli occhi dell’artista dall’aria sempre assorta e malinconica. «E gli uomini si trovano spesso nell’impossibilità di fare qualcosa, prigionieri di non so quale gabbia orribile, orribile, spaventosamente orribile… Non si sa sempre riconoscere che cosa è che ti rinchiude, che ti mura vivo, che sembra sotterrarti, eppure si sentono non so quali sbarre, quali muri. Tutto ciò è fantasia, immaginazione? Non credo, e poi uno si chiede “Mio Dio, durerà molto, durerà sempre, durerà per l’eternità?”. Sai tu ciò che fa sparire questa prigione? È un affetto profondo, serio. Essere amici, essere fratelli, amare spalanca la prigione per potere sovrano, per grazia potente. Ma chi non riesce ad avere questo rimane chiuso nella morte. Ma dove rinasce la simpatia, lì rinasce anche la vita.» raccontava Vincent in una delle sue lettere per il fratello Theo.

Orari della mostra

Sarà possibile accedere all’evento dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 14:00 e dalle 16:00 alle 20:00; il sabato dalle 9:00 alle 23:00; la domenica e festivi dalle 9:00 alle 20:00. L’ultimo ingresso sarà concesso un’ora prima dell’orario di chiusura della mostra.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply