Breaking News

SALMONE NORVEGESE A RISCHIO LISTERIOSI, IL MINISTERO RITIRA IL LOTTO

Il lotto di salmone affumicato è stato prodotto in Lettonia, ogni confezione pesa 200 grammi cob scadenza 7 marzo 2019

Il salmone incriminato fa parte del lotto 0777-022 prodotto in Lettonia della Hove Fine Foods Aps con peso di 200 grammi e scadenza il 7 marzo del 2019. L’annuncio è stato diffuso dal ministero della Salute dopo l’allarme lanciato dal Rasff, il sistema europeo di sicurezza alimentare. Presunta presenza di “Listeriamonocytogenes”. Con questa motivazione un lotto di salmone norvegese affumicato prodotto da Hove Fine Foods Aps in Lettonia è stato richiamato dal ministero della Salute. Si tratta dello 0777-022 con peso di 200 grammi e scadenza il 7 marzo del 2019. L’azienda ha invitato i consumatori a non utilizzare il prodotto e a riportarlo al punto vendita per la sostituzione. L’annuncio è arrivato dopo l’allarme lanciato dal Rasff, il sistema europeo di sicurezza alimentare. A inizio mese un caso simile si era verificato per alcuni lotti di gorgonzola Dop dolce dei marchi Igor Blu, Novarì, Bella Italia, Casa Leonardi e Colle Maggio. La listeriosi è una patologia infettiva dovuta all’ingestione di alimenti contaminati, generalmente crudi, come latte, formaggi freschi, gelati, pesci crudi o affumicati, carne e pollame non cotto a sufficienza, ortaggi, oppure cibi trasformati e pronti all’uso. Viene classificata come tossinfezione alimentare e si manifesta come una gastroenterite febbrile, con temperature elevate, nausea, vomito, diarrea, mal di testa e dolore muscolare e alle articolazioni. Il batterio è molto diffuso nell’ambiente e si trova comunemente nel suolo, nell’acqua, nella vegetazione e nelle feci di numerose specie animali, senza che queste mostrino sintomi apparenti e le opportunità di contaminazione nel processo di produzione alimentare possono essere numerose. Raramente il contagio può avvenire anche attraverso il contatto diretto con persone e animali infetti.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply