Tokyo 2020: la fiamma olimpica arrivata in Giappone

88

Pattuglia acrobatica accoglie volo speciale dalla Grecia 

La fiamma olimpica di Tokyo 2020 è giunta in Giappone dalla Grecia con un volo speciale e un’ora e mezzo di anticipo. L’aereo “Tokyo 2020 Go” è atterrato nella base militare di Matsushima, nella prefettura a nord di Miyagi, poco dopo le 9:30 ora locale (l’1:30 in Italia), e subito dopo una pattuglia acrobatica della Blue Impulse ha tracciato nel cielo i 5 cerchi olimpici riproducendo il logo ufficiale del giochi olimpici. 
 “Non sappiamo quale sarà la situazione. Naturalmente, stiamo prendendo in considerazione scenari diversi, ma siamo contrari a molte altre organizzazioni sportive o leghe professionistiche nel senso che siamo a quattro mesi e mezzo dai Giochi”, ha dichiarato il massimo rappresentante dell’Olimpiade. Il Cio rimane impegnato ad ospitare i Giochi nonostante il fatto che praticamente tutto lo sport mondiale sia paralizzato dalla diffusione di Covid-19 in tutti i continenti, sebbene abbia sottolineato che agirà sulla base del proprio gruppo di lavoro su questo tema e sulle raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms).
 
Molti atleti hanno già espresso preoccupazione per il fatto che le misure adottate nei loro Paesi impediscono loro di prepararsi adeguatamente. Martedì, il Cio ha ritenuto “non necessario un processo decisionale radicale”, in un giorno in cui la Coppa Euro e la Coppa America sono state rinviate dal 2020 al 2021. Le speculazioni sono aumentate sul futuro di Tokyo 2020 dopo che la pandemia del nuovo coronavirus ha costretto la sospensione o la cancellazione della maggior parte dei campionati e dei tornei sportivi a livello globale e ha paralizzato l’attività di interi Paesi e causato la chiusura dei confini. Gli eventi di qualificazione olimpica sono tra i campionati interessati e il 43% dei posti degli atleti per i Giochi non è stato ancora assegnato.
 
Tuttavia, Bach ha affermato che la situazione è ancora troppo incerta per prendere una decisione su Tokyo. “Ciò che rende questa crisi così unica e così difficile da superare è l’incertezza. Nessuno oggi può dire cosa accadrà domani, cosa sarà tra un mese, per non parlare di quelli tra quattro mesi”, ha affermato. “Pertanto, non sarebbe in alcun modo responsabile fissare una data o prendere una decisione in questo momento, che si baserebbe sulla speculazione su eventi futuri”, ha detto.



Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *