Breaking News

Turismo: per lo scampolo d’estate si sale sulle cime del Friuli Venezia Giulia

Niente di meglio della natura incontaminata e degli scenografici panorami dell’arco alpino del Friuli Venezia Giulia, per godersi un insolito soggiorno di fine estate nel segno del relax, del contatto con l’ambiente, del benessere psicofisico e anche del buon cibo. È la proposta per questo scampolo di estate per coloro che scelgono la montagna. A partire dal Tarvisiano, con la sua foresta millenaria da 24.000 ettari, la più vasta foresta demaniale d’Italia, un polmone verdissimo al confine tra Austria e Slovenia, che vanta anche l’abete rosso di risonanza, materia prima per strumenti di altissimo pregio musicale creati in tutto il mondo, il Friuli Venezia Giulia offre numerose proposte innovative molto adatte a rigenerare corpo, mente e spirito, anche praticando sport ed escursionismo in uno scenario unico.Per rendere ogni soggiorno piacevole, comodo, senza stress, PromoTurismoFVG (www.promoturismo.fvg.it/) ha creato, per esempio, l'”abbonamento estivo” per un carnet di 10 corse utilizzabili nell’arco dell’intera stagione sugli impianti di risalita del Fvg.

Settembre è il mese ideale per escursioni e visite che sono modellate come vere e irripetibili “esperienze”, proposte a prezzi davvero convenienti, tutte con prenotazione obbligatoria 1 o 2 giorni prima: dall’esplorazione delle Dolomiti Friulane e del loro Parco con discesa di canyoning nella forra del Ciafurle del borgo di Claut, (11/18/25 Settembre), fino alla visita guidata a Sappada vecchia, uno dei borghi più belli d’Italia, ogni giovedi’ fino al 24 settembre, e dallo “storytelling” di Forni di Sopra (Carnia), con visita al paese alla scoperta delle sue antiche leggende (ogni giovedi’ fino al 24 settembre), fino alla escursione in E-Bike in quota per un giro delle Malghe sul Monte Zoncolan a partire dalla localita’ di Sutrio (il 12,19 e 26 settembre).

Di grande interesse anche le proposte del “Forest Bathing” nella foresta di Tarvisio, attività di terapia forestale con miglioramenti sulla salute certificati, in programma tutti i sabati fino al 30 settembre dalle 9; ma anche le escursioni alle cascate gemelle nelle Valli del Torre, le passeggiate a piedi nudi lungo il fiume nelle Valli del Natisone, il nordic walking sul Carso triestino. E per gli appassionati di trekking? Ovviamente camminate in montagna, i sentieri sappadini sono online grazie all’applicativo Outdooractive, un sistema di mappatura che cataloga 147 percorsi aggiornati in cui sono indicati livello di difficoltà, lunghezza, durata, dislivello, discesa, punti di ristoro aperti. Sappada e Tarvisio sono anche unite nel tracciato di Made, “Malga and Alm Desired Experience” (www.madeinalps.eu), progetto finanziato dal programma di cooperazione transfrontaliera Interreg V-A fra Italia e Austria e ideato dal Tarvisiano, che unisce 40 malghe in un percorso di 144 chilometri lungo il confine austriaco. Due gli itinerari disponibili, uno pedonale e uno ciclabile. Per ricaricare le batterie in vista del lungo inverno, ci sono il programma di benessere “Reload” delle Terme di Arta (Carnia), i percorsi “Green Wellness” sul Monte Piancavallo (Friuli Occidentale), con originali escursioni che abbinano le caratteristiche geografiche dei sentieri agli aspetti nutrizionali, per promuovere il movimento sano nella natura.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply