Ustica, iniziative a Bologna 40mo anniversario

Domani ricorre il 40mo anniversario della strage di Ustica, nella quale il 27 giugno 1980 morirono le 81 persone a bordo del DC9 Itavia decollato da Bologna e diretto a Palermo.

Breaking News

Come ogni anno, il Comune di Bologna e l’Associazione dei parenti delle vittime rinnovano la memoria della strage di Ustica attraverso un programma di iniziative istituzionali e culturali, nel rispetto delle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria. Domani, dalle 10, nella Sala del Consiglio comunale di Palazzo d’Accursio, si terrà l’incontro con i parenti delle vittime della strage di Ustica. Accanto al sindaco di Bologna, Virginio Merola e alla Presidente dell’Associazione dei parenti delle vittime, Daria Bonfietti, interverranno il presidente della Camera, Roberto Fico, il presidente della giunta regionale dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, e l’assessore comunale di Palermo Paolo Petralia Camassa.

L’incontro si potrà seguire in streaming sul canale youtube del Comune e verrà trasmesso in diretta da Rainews e dalle emittenti televisive locali Ètv e Trc Bologna. Dopo l’incontro, ci si trasferirà al Museo per la Memoria di Ustica dove il presidente della Camera aprirà il convegno “Cosa avremmo saputo noi di Ustica senza la stampa?”, organizzato dall’Associazione dei parenti delle vittime di Ustica in collaborazione con la Fnsi, trasmesso in diretta streaming sul sito della Camera e sul sito di RaiNews24. Interverranno, oltre a Roberto Fico, Daria Bonfietti e Virginio Merola, i deputati Andrea De Maria e Walter Verini (moderatore dell’incontro), i giornalisti Andrea Purgatori e Sigfrido Ranucci, la storica Cora Ranci e Giuseppe Giulietti (presidente Fnsi). Alle 18 saranno inaugurate le attività culturali della rassegna “Attorno al Museo”, con l’apertura della mostra “Nino Migliori. Stragedia”, allestita nella ex Chiesa di San Mattia, fino al 27 settembre.
L’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid-19 ha comportato la necessità di ridurre le iniziative previste per il 40° anniversario della strage di Ustica, soprattutto quelle in collaborazione con le scuole della città. È stata invece costruita, nel rispetto delle misure di contenimento in vigore, una particolare stagione della rassegna Attorno al Museo che proporrà quattro serate di teatro, musica, danza e poesia nello spazio antistante il Museo per la Memoria di Ustica, al Parco della Zucca. Il 7 luglio, gli effetti personali ripescati nel mar Tirreno permetteranno di interrogarsi sul senso delle cose materiali e di come questi frammenti facciano emergere sentimenti profondi, affetti e la voglia di combattere ancora, grazie al testo originale teatrale di Massimo Salvianti “Un abito chiaro” interpretato da Amanda Sandrelli accompagnata al pianoforte da Rita Marcotulli.
Lo spettacolo sarà trasmesso da Radio3 domani nell’ambito della trasmissione “Piazza Verdi” dedicata alla strage di Ustica. Il 14 luglio, grazie alla collaborazione con Bologna Jazz Festival, è in programma il concerto originale “Mirra-Kone Duo” che vede sul palco Pasquale Mirra, uno dei più interessanti vibrafonisti della scena musicale internazionale e Kalifa Kone,   talentuoso polistrumentista maliano. Il 24 luglio le canzoni del 1980 e il tempo percepito nella pienezza di quattro decenni, che rappresentano il passaggio dalla spensieratezza alla maturità e quello del tempo sospeso, congelato e pesantissimo di una crescita negata, saranno oggetto delle coreografie di “A Love Song”, un progetto di Simona Bertozzi e Marcello Briguglio, che vedrà sul palco i danzatori Simona Bertozzi e Daniele Albanese accompagnati dalla voce di Angela Baraldi e dalle composizioni sonore di Daniela Cattivelli.
Il 10 agosto la tradizionale notte di San Lorenzo si intitola “Dispersi – un ponte di poesia tra Bologna e Palermo”. A Bologna con la regia di Pietro Floridia gli attori di Cantieri Meticci, originari delle più disparate provenienze, si muoveranno in una scenografia fatta da grandi reti da pescatori, simbolo di interrelazioni e trame, realizzate dai cittadini in diversi laboratori partecipati. Nello stesso tempo a Palermo Stefano Randisi, Enzo Vetrano e altri attori palermitani interpreteranno, in una messa in scena originale, testi poetici dedicati alla strage di Ustica. Nei giorni di svolgimento degli eventi, il Museo per la Memoria di Ustica, che conserva i resti recuperati del velivolo DC9 e l’installazione permanente A proposito di Ustica concepita dall’artista Christian Boltanski in ricordo delle 81 vittime, osserva aperture straordinarie dalle ore 20 alle 23, con visita guidata gratuita a partire dalle ore 20.
Loading Facebook Comments ...

leave a reply