VA IN FRANTUMI IL NAPOLI DI ANCELOTTI. L’AMMUTINAMENTO DEI GIOCATORI E’ SEGNALE FORTE E CHIARO

144

BOOOMMM!!! E’ fragorosa la rottura tra Giocatori, Allenatore e Società. Il dopopartita di Napoli-Salisburgo (90 minuti che non hanno ancora regalato ai Partenopei il passaggio ai sedicesimi di Champions nonostante la Dea Bendata avesse loro assegnato un Girone più da Europa League che da Massimo Torneo Europeo) è all’arsenico con Carlo Ancelotti che diserta la Sala Stampa e con i giocatori che abbandonano il ritiro. Un ammutinamento senza se e senza ma, uno schiaffo ad Adl!

Nel Napoli è Tutti contro Tutti. La Squadra paga le conseguenze della scellerata scelta di ADL di aver lasciato andar via Maurizio Sarri, il Maestro della panchina che in un Triennio aveva incantato le Tribù Pallonare.

Di fronte al Giocattolo irrimediabilmente rotto, di fronte alli sfascio, un esame di coscienza dovranno farlo anche Lor Signori (meglio sarebbe dire Lor Coglioni) i quali – rimasti in silenzio di fronte al divorzio del Napoli dall’Allenatore delle Meraviglie – si erano precipitati a magnificare le doti del nuovo Tecnico dal prestigioso palmares. Sono gli Stessi Lor Coglioni che ancora contribuiscono a gettare fango sul Profeta con la tuta.

Lor Coglioni – ovvero Tromboni, Trombette e Realtivi Fruitori di sciocchezze a ruota libera – dovrebbero cospargersi in capo di cenere. E votarsi a Silenzio Claustrale.

Di fronte al Caos la scelta sembra inevitabile. Urge cambiare Guida e nell’attesa lasciare giocare i superstiti del Giocattolo Sarriano come sapevano fare. A partire da Sabato contro il Genoa

Lor Coglioni non hanno capito che Carlo Ancelotti appartiene al Calcio del passato. E le recenti disavventure in cui è incappato  alla guida di blasonate squadre confermano ciò. Ancelotti è uno straniero nel Mondo della Nuova Pedata, un Mondo in cui l’allenatore conferisce alla squadra la propria personalità e trasmette ai giocatori grinta, ritmo e gioco.

Detto ciò, l’interrogativo è d’obbligo: e mò che succede? Nell’ambiente c’è chi sussurra il nome di un certo Luciano Spalletti…

Sabato intanto arriva il Genoa al San Paolo. Stracciato il campionato, per il Napoli saranno 90 minuti di attesa. La successiva sosta per la Nazionale potrebbe contribuire a chiarire le idee e Chi di dovere…

06/11/2019   h.07.30

 

 

 




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *