VERSO IL GOVERNO. ZINGARETTI BOCCIA CONTE, SI INCAGLIA LA TRATTATIVA M5S-PD

95

E dire che qualcuno aveva già messo lo champagne in frigo dopo l’incoraggiante avvio nel pomeriggio della trattativa tra le Delegazioni Cinquestelle e Dem… Ma in serata poi il discorso si è incagliato attorno al nome del Premier dimissionario Giuseppe Conte. E lo champagne è rimasto in frigo…

E’ accaduto durante l’incontro tra Luigi di Maio e Nicola Zingaretti. Il Segretario del Pd, in nome della Discontinuità, ha bocciato l’ipotesi Conte-Premier.

Una Castroneria in piena regola!

Di fronte al Totem della Discontinuità non si può bocciare una persona perbene che tra l’altro gode di buona popolarità.

Una scelta – questa di Zingaretti – pericolosa per Lui e per il Pd. Il fallimento della trattativa potrebbe provocare una profonda spaccatura nel partito.

Tutto da vedere come si evolveranno le cose nel corso della giornata. Il tempo disponibile è poco, a martedì – giorno della ripresa delle Consultazioni decisive al Quirinale – mancano soltanto tre giorni…

Da vedere cosa proporrà l’ormai commissariato Capo Politico Cinquestelle e come reagirà il Nazareno. Il tutto mentre il Sirenetto del Papeete aspeta e spera…

Ps. Nota per gli Ortodossi della Lingua Italiana. Nella stagione in cui si tende ad inibire e a limitare l’uso delle Maiuscole, vado controcorrente. E chiarisco: le Maiuscole presenti nel testo non contemplate dal corrente galateo linguistico sono volute, esse rappresentano una licenza grafica dell’Autore e intendono conferire la giusta importanza al ruolo della parola attenzionata dalla maiuscola.

 

24/08/2019  h.07.30

 




Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *