Villa Campolieto si tinge delle note rosa di Ivana D’Addona

Un otto marzo all’insegna dell’amore e della bellezza della Musica

Breaking News

Nonostante la contemporaneità prosaica nella quale viviamo, che si erge sulla cultura del “tutto e subito”, il “concreto e l’istantaneo”, ci sono ancora dei veri artisti che attraverso la loro creatività e talento ci offrono emozioni come via di fuga dalla realtà, che ci permettono di entrare in contatto con le nostre più profonde intimità fino ad arrivare negli anfratti più reconditi del nostro animo. Questa è la sensazione che tutti gli ascoltatori hanno provato venerdì 8 marzo nell’ascolto dell’incalzante intensità ed espressività di cui le note del Maestro Ivana D’Addona sono portatrici. Suoni che ammaliano e condannano, sogni, profezie, inganni.

Quando la Musica diviene magia si sperimentano i silenzi, le assonanze, le dissonanze che fluttuano nell’aere come in cerca della giusta collocazione nel cuore. Un grandioso concerto che il Presidente Ente Ville Vesuviane Gennaro Miranda ha fortemente voluto e costruito con forza e passione, per celebrare la tenacia e la determinazione delle donne che ancora oggi devono attraversare sfide e ostacoli per emergere e mostrare la propria creatività. Il Presidente Miranda ricordava con amarezza che nei concerti in scena in tutto il mondo solo il 3% dei brani portano la firma di una donna, così come rilevato dal The Guardian. Proprio a testimonianza delle abilità creative femminili,  le musiche eseguite sono state composte dal Maestro D’Addona. Per questa rappresentazione, la D’Addona ha chiamato sul palco il Maestro Gennaro Desiderio con il quale ha costruito una connessione creativa che va al di là delle loro rispettive abilità musicali. Un connubio artistico, basato su un’intensa amicizia vissuta e arricchita su palchi internazionali consolidando la loro complicità e fiducia. Per Ivana D’Addona, il Maestro Desiderio rappresenta il musicista a cui ispirarsi e affidare le sue note: virtuoso, brillante e straordinariamente eclettico. Standing ovation ad ogni brano e un tripudio di applausi hanno calato il sipario su una notte magica di Ercolano.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply