Breaking News

VIOLENZA SULLE DONNE, NON SOLO BOTTE: 33 MILA BAMBINE SI SPOSANO OGNI GIORNO

A causa di gravidanze precoci la mortalità femminile è molto alta, 2 milioni e mezzo di bambine si sposeranno prima di aver compiuto i 15 anni

La piaga sociale dei matrimoni “precoci” (è un eufemismo), che vedono bambine come vittime, è ormai fuori controllo nonostante il grido d’allarme lanciato più volte da Save the Children e Unicef. La disuguaglianza abnorme tra i sessi, specialmente nei paesi meno sviluppati, produce atroci realtà. Il fenomeno molto esteso soprattutto in Africa e in Asia vede la cessione da parte delle famiglie, di bambine che a volte non hanno nemmeno compiuto 10 anni. Spose a 10 anni? A Nairobi, durante la conferenza internazionale, che si è svolta qualche giorno fa, un ampio e trasversale movimento di protesta ha riportato sotto i riflettori questa piaga teoricamente vietata dalle convenzioni internazionali ma che purtroppo continua a tramandarsi con la benevolenza di tanti governi che fanno finta che non esista.

Il tasso dei matrimoni precoci nonostante sia passato dal 10% del 2000 all’8% del 2015, continua a interessare almeno 33 mila minori ogni giorno al mondo. I dati sono stati resi noti dall’Organizzazione delle Nazioni Unite. Una donna su quattro che di età compresa tra i 20 e i 25 anni è stata data in sposa prima di aver compiuto i 18 anni. Praticamente 700 milioni di donne e di ragazze sono state incluse in questa pratica, frutto di una cultura patriarcale che considera la donna un oggetto di possesso, al pari delle bestie. Ma in Occidente qualcuno ci pensa? Oggi si celebra la spettacolarizzazione di un fenomeno, “la violenza sulle donne”, che ha assunto la connotazione del colore rosso, delle scarpette di Cenerentola. Fenomenologia minimale, anche se meritevole di attenzione, che ha assunto tuttavia una dimensione mediatica che vittimizza oltre modo le vittime. E alle bambine di 10 anni stuprate e messe nel letto dei 40enni chi ci pensa? “Quando una ragazzina va in sposa a 16 anni praticamente la sua storia futura è già scritta” ha detto Natalia Kanem, direttrice dell’agenzia dell’Onu che segue il fenomeno. Tra l’altro, dai dati, emerge che a causa di gravidanze precoci la mortalità femminile è molto alta. Solo in ben Kenia il 23% delle ragazzine sono coinvolte nella pratica dei matrimoni precoci.

Le spose bambine sottoposte a violenze spesso brutali alla prima notte di nozze. Sono 120 milioni le ragazze in tutto il mondo, una su 10, che hanno subito stupri o altri atti sessuali forzati e fino al 30% dei minori legati a gruppi armati sono ragazze (utilizzate spesso come schiave sessuali). Entro quest’anno 12 milioni di adolescenti saranno coinvolte in matrimoni precoci, ovvero un matrimonio ogni tre secondi e solo quest’anno 2,4 milioni di si sposeranno prima di aver compiuto i 15 anni. Un fenomeno che emerge soprattutto in paesi colpiti da conflitti o altre crisi umanitarie. Nel mondo, più di 1 ragazza su 3 nella propria vita ha subito violenze fisiche o sessuali dal partner o da altri uomini e tra le ragazze di età compresa tra 14 e 21 anni, il 66% ha subito un’attenzione sessuale o molestie indesiderate in un luogo pubblico. Oltre l’80% dei minori sposati prima dei 18 anni sono di sesso femminile.

Tra oggi e il 2030, scadenza ultima per raggiungere l’Obiettivo globale dell’Onu di porre fine ai matrimoni precoci, 134 milioni di ragazze si sposeranno e 28,1 milioni contrarranno matrimonio prima del loro quindicesimo compleanno. Se tutte le adolescenti del mondo portassero a termine l’istruzione secondaria, sottolinea Save the Children, si potrebbero evitare 51 milioni di matrimoni precoci fino al 2030. “In alcune parti del mondo, le violenze nei confronti di bambine e ragazze sono la quotidianità. Stupri, violenze sessuali, matrimoni precoci, esclusione dall’educazione, mutilazioni genitali femminili sono solo alcune delle sofferenze alle quali vengono sottoposte. In particolare, chi vive in contesti di guerra è più esposto ad abusi di ogni genere.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply

Hashtag24News

Altri articoli di interesse