Breaking News

WIKILEAKS, ALLARME SU ASSANGE: SENZA CURE URGENTI RISCHIA MORIRE

L’attivista Assange è detenuto in un carcere a sudest di Londra

Julian Assange rischia di morire in carcere senza cure mediche urgenti. Lo denuncia – riporta il sito internet della tv satellitare britannica Sky News – una lettera aperta firmata da oltre sessanta medici che sostengono che il fondatore di WikiLeaks soffre di disturbi fisici e psicologici, depressione compresa. Medici di Regno Unito, Sri Lanka, europei e australiani hanno espresso “serie preoccupazioni” sul fatto che Assange possa sostenere un processo, in una lettera indirizzato al ministro degli Interni britannico Priti Patel.

Assange, 48 anni, è detenuto nel carcere di Belmarsh, sudest di Londra, in attesa di un’udienza a febbraio in cui contesterà l’estradizione negli Stati Uniti, dove deve fronteggiare diciotto capi di imputazioni. Tra questi, c’è quello di complotto per ‘hackerare’ un computer del Pentagono ‘classificato’. I medici chiedono che Assange sia trasferito in un ospedale universitario, dove possa essere sottoposto a checkup e terapie da uno staff sanitario.

La lettera, resa pubblica da WikiLeaks, sostiene: “Da un punto di vista medico, sulle prove attualmente disponibili, nutriamo serie preoccupazioni riguardo all’idoneità del signor Assange ad affrontare un processo nel febbraio 2020. È soprattutto nostra opinione che Assange abbia bisogno di una valutazione medica urgente da parte di esperti del suo stato di salute sia fisico sia psicologico. Qualunque terapia medica indicato deve essere somministrata in un ospedale universitario (assistenza terziaria) adeguatamente attrezzato e dotato di personale esperto”.

Loading Facebook Comments ...

leave a reply